Portale Maggiore della Cattedrale di Monreale (Palermo)

La Cattedrale di Monreale è uno dei monumenti più rappresentativi del periodo arabo-normanno in Sicilia, inserito nella World Heritage List UNESCO del sito seriale Palermo Arabo – Normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale dal luglio 2015. Fu fondata dal re Guglielmo II (1166-1184) e la costruzione iniziata nel 1174 fu conclusa nel 1186. La Cattedrale è uno fra i migliori esempi di fusione delle influenze orientali e occidentali createsi dall’artigianato bizantino, islamico e romanico. Il Portale Maggiore, noto come “Porta del paradiso”, realizzato in blocchi di marmo scolpiti e intarsiati, è uno degli elementi architettonici esterni più importanti dell’intero complesso monumentale. 

In occasione del recente intervento di restauro del Portale maggiore sono state eseguite indagini sia di tipo non invasivo che su campione. Gli obiettivi dell’approfondimento diagnostico hanno riguardato la caratterizzazione dei materiali originali (eventuale presenza di policromie e finiture delle porzioni in marmo scolpito e tessere vitree delle decorazioni musive), di degrado e introdotti sulla superficie da restauri realizzati in passato, al fine di fornire le informazioni necessarie a: indirizzare le metodologie e i materiali per l’intervento di restauro; approfondire la tecnica di realizzazione dell’opera; valutare lo stato di conservazione del bene. 

Lo studio diagnostico condotto durante le diverse fasi del cantiere ha previsto l’impiego di termografia IR, rilievo pacometrico, analisi XRF in situ e analisi su campione. L’approfondimento sui microcampioni è stato condotto per: determinare la presenza di sali solubili, mediante Cromatografia ionica; caratterizzare i materiali di natura organica utilizzando la spettroscopia infrarossa in trasformata di Fourier, (FT-IR) e l’analisi in gascromatografia-spettrometria di massa in pirolisi (Py-GC-MS); osservare le stratigrafie presenti tramite analisi integrata in Microscopia ottica in sezione sottile e lucida, Diffrazione ai Raggi X ( XRD) e microscopia elettronica con microsonda in dispersione di energia (SEM EDX).

I risultati delle indagini sono stati presentati in occasione di convegni tematici e pubblicati su riviste scientifiche. 

Gli esiti dell’intera ricerca recentemente sono stati pubblicati nel numero speciale della rivista International Journal of Conservation Science (IJCS) dedicata a “New Strategies and Methodologies Applied to Cultural Heritage: From the Analytical Approach to the Case Studies” (Guest editors: Mauro F. LA RUSSA, Paola FERMO, Natalia ROVELLA, Vol 11 – marzo 2020).

Il nostro articolo “A Multi-Analitycal Approach to Adress a Sustanaible Conservation of the Main Marble Portal of the Monreale Cathedral” è liberamente scaricabile qui

http://www.ijcs.uaic.ro/current.html?fbclid=IwAR1lG6ymHHTRkWD9HNOWOn3AzSrp6I_VlmIUMITrVUweGpdowJphBLOrAfQ