Indagine riflettografica a scansione ed a immagine

Studio non invasivo tramite sistemi portatile digitale ad alta risoluzione di dipinti su tele e tavole, anche di grandi dimensioni, per lo studio della tecnica pittorica di realizzazione, per l’analisi di disegni preparatori, pentimenti o variazioni apportati dall’artista, individuazione di dipinti sottostanti e/o particolari iconografici non più apprezzabili ad occhio nudo a causa di danneggiamenti o invecchiamento dello strato pittorico.

Acquisizioni in luce visibile

Acquisizione pre e post restauro tramite sistemi digitali ad alte prestazioni: in luce diffusa per la documentazione dello stato di conservazione della superficie dell’opera d’arte esaminata; in luce radente per l’analisi morfologica di superficie e l’individuazione di distacchi e craquelé dei dipinti. Riproduzione di immagini da originali ad altissima fedeltà di dettaglio.

Riprese della fluorescenza ultravioletta

Osservazione ed acquisizione di immagini ad alta risoluzione con illuminazione ultravioletta, per l’individuazione in maniera non invasiva e immediata di materiali originali e di restauro costituenti la superficie artistica analizzata. Localizzazione di ritocchi rifacimenti ed interventi di restauro eventualmente non documentati attraverso il riconoscimento dei colori di fluorescenza nel visibile indotti da fluorescenza ultravioletta. Individuazione dello stato di conservazione ed invecchiamento della vernice protettiva. Monitoraggio e documentazione durante le fasi di restauro, per la verifica della rimozione degli strati di vernice alterati.

Radiografia e Tomografia computerizzata a raggi X

Analisi non invasiva delle strutture interne di manufatti lignei e ceramici, studio di stratigrafie pittoriche e individuazione di pentimenti e dipinti sottostanti, studio delle discontinuità del materiale.

L’immagine radiografica permette infatti di evidenziare il numero e le caratteristiche delle fratture esistenti, le stuccature presenti (riconoscibili per la differente radiopacità rispetto alla preparazione originale), le integrazioni lignee, la posizione dei chiodi metallici posti a collegamento tra le parti, i danni dovuti ad attacchi di insetti xilofagi, lacune dello strato pittorico ed integrazioni, ottenendo una prima caratterizzazione e mappatura dei materiali pittorici impiegati dall’artista e successivamente nel corso dei numerosi restauri cui l’opera è stata sottoposta.

Indagini termografiche

Indagini non invasive di tipo telemetrico per la valutazione e la stima delle caratteristiche termiche di strutture, rivelazione dell’infiltrazione e dispersione di acqua, distacchi superficiali, discontinuità e tipologie di materiali presenti nelle murature.

Le indagini termografiche di tipo attivo e/o passivo permettono di individuare: elementi architettonici preesistenti e attualmente nascosti (cavità, tamponature e ammorsamenti tra murature); alterazioni su dipinti; distacchi di tessere musive dai supporti murari; tessiture murarie e facies costruttive nei prospetti storici e moderni; discontinuità termiche; dispersioni termiche ed elettriche; anomalie nei sistemi di riscaldamento raffreddamento a parete o pavimento; fenomeni di umidità di risalita.

Indagini microclimatiche

Rilevamento e monitoraggio dei parametri sia di tipo termoigrometrico chemicroclima illuminometrico per la valutazione delle condizioni ambientali di conservazione di beni mobili di interessere storico artistico all’interno dei loro ambiente di conservazione (musei, gallerie d’arte, pinacoteche).

Consulenza per progettazione di spazi espositivi (ambienti confinati e semiconfinati) e/o di teche tramite definizione dei parametri ottimali di temperatura, umidità e illuminamento in dipendenza del tipo di materiale costituente il bene culturale oggetto d’indagine.

Analisi tramite fluorescenza a raggi X

Analisi non invasiva tramite spettrometro portatile per l’identificazione degli elementi chimici presenti nei materiali costituenti l’opera. L’indagine ED-XRF, attraverso lo studio composizionale degli elementi chimici costituenti i materiali originali, di restauro e/o di degrado, permette la valutazione dello stato di conservazione e l’analisi diagnostica finalizzata al restauro. Inoltre, tale analisi fornisce utili indicazioni per l’autentica, l’attribuzione e la datazione indiretta degli oggetti artistici esaminati.

Analisi su microcampione

A completamento delle indagini di tipo non invasivo, e dopo una valutazione quanto più completa dei risultati ottenuti in maniera non distruttiva finalizzata a ridurre al minimo il numero di campionamenti necessari, è possibile effettuare un approfondimento su microprelievo da eseguire in laboratorio tramite analisi in Cross-section, MicroFTIR, SEM-EDS, XRD. Tali indagini hanno lo scopo di fornire informazioni sulla successione stratigrafica dei materiali costituenti l’opera (Cross-section), l’identificazione dei composti di natura organica (MicroFTIR o Raman) come anche delle fasi mineralogiche (XRD o Raman), la correlazione tra elementi chimici costituenti un singolo strato (SEM-EDS), etc.

Indagini georadar

Analisi diagnostica del territorio e del costruito, in particolare servizi di caratterizzazione geofisica del suolo, ricerca di oggetti o siti contemporanei ed archeologici sepolti, caratterizzazione delle fondazioni di edifici anche di interesse storico artistico. La metodologie eseguibili (SPR e GPR) permettono indagini a varie profondità, da alcune decine di metri a pochi centimetri in funzione del tipo di antenna utilizzata, per la mappature del suolo, ubicazione di sottoservizi, individuazione di discontinuità e spessore delle fondazioni, di cavità, di preesistenze di tipo archeologico e mappature di superfici per l’individuazione dello spessore delle murature, presenza e mappatura ed indagine dimensionale di ferri nelle armature, individuazione di ambienti nascosti o occultati, distacchi dell’intonaco, anche dipinto, dalla tessitura muraria o dalle volte di edifici e chiese, individuazione e dimensionamento di fratture e discontinuità su elementi architettonici e/o decorativi (colonne, statue, etc).